Contenuto principale

Messaggio di avviso

Lunedì, 04 Maggio 2020 07:22

EMERGENZA COVID-19 FASE 2 NON ABBASSIAMO LA GUARDIA

EMERGENZA COVID-19

FASE 2

NON ABBASSIAMO LA GUARDIA,

IL RISCHIO DI CONTAGIO E’ ANCORA REALE!

Osserviamo le misure di sicurezza!

 

Cosa posso fare, cosa non posso fare?

 

Fonti: DPCM 26 aprile 2020

e Ordinanze regionali

 

Per quali motivi è possibile uscire di casa?

Si può uscire dal proprio domicilio solo per andare al lavoro, per motivi di salute, per necessità, o per svolgere attività sportiva o motoria all’aperto.

Si può uscire di casa per visitare i congiunti?

Sono consentiti gli spostamenti per incontrare esclusivamente i propri congiunti, che devono considerarsi tra gli spostamenti giustificati per necessità. È  comunque fortemente raccomandato limitare al massimo gli incontri con persone non conviventi, poiché questo aumenta il rischio di contagio. In occasione di questi incontri devono essere rispettati: il divieto di assembramento, il distanziamento interpersonale di almeno un metro e l’obbligo di usare le mascherine per la protezione delle vie respiratorie.

Si considerano congiunti i coniugi, i partner conviventi, i partner delle unioni civili, le persone che sono legate da uno stabile legame affettivo, nonché i parenti fino al sesto grado (come, per esempio, i figli dei cugini tra loro) e gli affini fino al quarto grado (come, per esempio, i cugini del coniuge).

È possibile fare passeggiate?

le passeggiate sono ammesse solo se strettamente necessarie a realizzare uno spostamento giustificato da uno dei motivi ammessi (salute, lavoro, necessità). Ad esempio, è giustificato da ragioni di necessità spostarsi per fare la spesa, per acquistare giornali, per andare in farmacia, o comunque per acquistare beni necessari per la vita quotidiana, ovvero per recarsi presso uno qualsiasi degli esercizi commerciali aperti. Inoltre, è giustificata ogni uscita dal domicilio per l’attività sportiva o motoria all’aperto.

Ho la febbre. Cosa devo fare?

I soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C) devono rimanere presso il proprio domicilio e limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante.

Posso accompagnare mio figlio ai giochi all’aperto o nei parchi pubblici?

Sì. L’accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici è consentito, condizionato però al rigoroso rispetto del divieto di ogni forma di assembramento nonché della distanza di sicurezza interpersonale di un metro. Non possono essere utilizzate le aree attrezzate per il gioco dei bambini che, ai sensi del nuovo d.P.C.M., restano chiuse.

È consentito fare attività motoria o sportiva all’aperto?

L’attività sportiva e motoria all’aperto è consentita solo se è svolta individualmente, a meno che non si tratti di persone conviventi. A partire dal 4 maggio l’attività sportiva e motoria all’aperto sarà consentita non più solo in prossimità della propria abitazione. Sarà possibile la presenza di un accompagnatore per i minori o per le persone non completamente autosufficienti.

È prescritto l’utilizzo di mascherine.

Possono non usarle i minori fino a sei anni d’età e le persone con patologie non compatibili con il loro uso.

Il footing, lo jogging, la corsa sono consentiti nella fascia oraria dalle 6,00 alle 8.30 in forma individuale e senza obbligo di indossare la mascherina, che bisogna tuttavia portare con sé ed indossarla nel caso in cui ci si trovi in prossimità di altre persone.

È obbligatorio rispettare la distanza interpersonale di almeno due metri, se si tratta di attività sportiva, e di un metro, se si tratta di semplice attività motoria. In ogni caso sono vietati gli assembramenti.

Al fine di svolgere l’attività motoria o sportiva di cui sopra, è consentito anche spostarsi con mezzi pubblici o privati per raggiungere il luogo individuato per svolgere tali attività. Non è consentito svolgere attività motoria o sportiva fuori dalla propria Regione.

Posso usare la bicicletta?

L’uso della bicicletta è consentito per raggiungere la sede di lavoro, il luogo di residenza o i negozi che proseguono l'attività di vendita. È inoltre consentito utilizzare la bicicletta per svolgere attività motoria all’aperto. In ogni circostanza deve comunque essere osservata la prescritta distanza di sicurezza interpersonale.

Posso fare visita ai defunti?

Sì, è consentito spostarsi nell’ambito della propria regione per far visita nei cimiteri ai defunti, sempre nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro e del divieto di assembramento.

Come per i parchi, anche nei cimiteri deve sempre essere rispettato il divieto di assembramento.

La norma rinvia alle disposizioni dei sindaci l’adozione di misure atte a garantire il non formarsi degli assembramenti.

Il Comune di Sant’Anastasia provvederà alla riapertura del cimitero definite con il gestore le necessarie misure di sicurezza.

 

Posso andare al ristorante?

È ammessa l’attività di ristorazione con modalità di prenotazione telefonica ovvero on line e consegna a domicilio. È consentita anche la vendita con asporto, fermo restando il divieto di consumare i cibi all’interno dei locali e nelle immediate vicinanze degli stessi, a condizione che il cibo sia prenotato telefonicamente od online e ferme restando le misure di distanziamento sociale.